Birrificio Brùton

Birrificio Brùton: il bello e il Brùton di stare a Lucca

Due chiacchiere informali con il titolare del forse più importante birrificio artigianale toscano, il Brùton, nato a Lucca nel 2006 e cresciuto esponenzialmente negli ultimi anni, come testimonia il volume d’affari crescente e le esportazioni in tutto il mondo. Conosciamo più da vicino Iacopo “Apo” Lenci che del Brùton è il fondatore nonché factotum, insieme all’amico e mastro birraio Andrea Riccio.

IMG_0282

Apo, innanzitutto spiegaci come mai il tuo birrificio ha deciso di partecipare all’Hop Summer  Festival

Conosco Toto del Cage e Moreno del Birrificio Olmaia, sono due persone che garantiscono qualità e professionalità nei servizi e nelle attività che offrono. Poi al Cage ci andavo da bimbetto, rappresenta una parte della mia adolescenza. Su Livorno c’è sempre stata una certa difficoltà nel diffondere la birra artigianale, a parte le esperienze del Bad Elf e del PBC. Questa è una bella occasione per far conoscere ai livornesi e non la birra di qualità, poi la location è veramente stupenda. Di festival ce ne sono davvero tanti in giro, siamo reduci da quello belga, però ci permettiamo il lusso di snobbare gli eventi più prestigiosi, tipo quello di Milano e concentrarci su realtà dove ancora non siamo apprezzati”.

Cosa troveranno i visitatori al tuo stand?

“Se ho fortuna qualcuno che mi aiuta. Scherzi a parte, porto le nostre cinque birre classiche, la Bianca, la Brùton, la Stoner, la Lilith, la Momus, poi sto pensando a una birra speciale per l’evento ma non voglio scoprirmi troppo”.

IMG_0353

Quest’anno festeggiate il decennale dell’attività, puoi fare un bilancio della tua esperienza?

“Siamo partiti che eravamo un pub e ristorante, la birra artigianale era solo un corollario del locale: poi col tempo ci siamo trasformati più volte, abbiamo infine puntato tutto sulla birra chiudendo la ristorazione, proprio mentre la gente stava riscoprendo il gusto dell’artigianalità, quindi ci siamo fatti trovare pronti quando il prodotto stava diventando di tendenza”.

In quali Paesi avete maggiore richiesta?

“Il mercato statunitense e canadese sono quelli che vanno per la maggiore, in Italia abbiamo grosse richieste in Sicilia e Emilia-Romagna”.

Tra Lucca e Livorno un po’ di campanilismo c’è sempre stato, tu però ci metti il carico e in Fortezza ci porterai un pisano:

“Sì, il nostro mastro birraio ufficiale, Andrea Riccio è di Pisa. Siamo un bel mix, non c’è che dire e siamo già pronti per il derby”.